Inaugurazione della Scuola Intersezionale di Escursionismo "Lorenzo Frisone"

imageNella giornata del 18 gennaio 2013 si è tenuta presso la Sede del C.A.I. di San Vito al Tagliamento la cerimonia di inaugurazione della Scuola Intersezionale di Escursionismo "Lorenzo Frisone".
Presenti i Presidenti delle quattro Sezioni C.A.I. facenti parte della Scuola e la vedova Sig.ra Comisso Flavia con il figlio. Presenti inoltre il Sindaco di San Vito al Tagliamento, Antonio Di Bisceglie, e il Vice Sindaco ed Assessore allo Sport Sig. Centis Tiziano.
Il Direttore della Scuola Franco Jereb, apre la serata dando il benvenuto a tutti gli ospiti e presentando brevemente la Scuola, le sue vicissitudini, le finalità e gli scopi. Conclude presentando al pubblico tutti i componenti della stessa. Il Direttore cede poi la parola al Presidente della  Sezione ospitante Sig.ra Rosalen Dora Lisa, per un saluto di benvenuto. Prendono la parola i Presidenti delle Sezioni costituenti la Scuola, Pordenone Sig. Pizzut Alleris, Sacile Sig. Spadotto Luigi, Portogruaro Sig. Desio Fabrizio, che formulano i migliori auguri di buon lavoro e di una proficua attività. Anche il Sindaco di San Vito al Tagliamento, in un breve intervento indirizza alla Scuola un cordiale augurio di buon lavoro. La figura di Lorenzo Frisone, viene ricordata dal Presidente della Sezione C.A.I. di San Vito al Tagliamento, sezione di cui Lorenzo era Socio. Viene ricordato l'impegno profuso da Lorenzo nelle attività della sua sezione, la sua passione e l'entusiasmo per la montagna, atteggiamento che ha contagiato tutti gli appassionati che lo hanno conosciuto e frequentato.
Momento toccante è stata la consegna da parte del Direttore della Scuola Franco Jereb alla vedova Sig.ra Flavia, della pergamena della Scuola Intersezionale con l'intitolazione della stessa all'amico Lorenzo Frisone, unitamente a un omaggio floreale. Conclusasi così la parte ufficiale della cerimonia, la serata è continuata con un sobrio rinfresco per tutti i presenti.

Ricordando Lorenzo Frisone...

imageIn occasione di questo felice evento il nostro pensiero va a quel Lorenzo che per chi non l'ha conosciuto, possiamo dire che sia stato amico di tutti e grande appassionato di montagna che con gioia amava frequentare il più spesso possibile, percorrendone i sentieri dentro i boschi o risalendo pian piano le chine verso qualche vetta.
Questa passione ne ha fatto un uomo capace di sopportare volentieri la fatica ed anche quando essa fu gravata dai problemi di salute, non ha mai smesso di andarci in quei luoghi che tanto amava e di percorrerli comunque in lungo e in largo; per lui la montagna era l'ambiente migliore dove esprimere rispetto e devozione verso la natura, dove ogni uomo, costretto al lento incedere del passo, può meglio osservare, riflettere, capire ed accrescere le proprie conoscenze ma anche rafforzare il proprio spirito e rasserenare l'animo.
Lorenzo era fortemente convinto che valesse la pena trasmettere ad altri questa sua passione, certo com'era che essa potesse coinvolgere chiunque. Trova allora nel Club Alpino Italiano i presupposti per dedicarsi, assieme ad altre persone, ad organizzare il settore dell'Alpinismo Giovanile della Sezione di San Vito al Tagliamento, radunando un bel gruppo di ragazzi che, con entusiasmo, per anni accompagnerà in molte escursioni. Nelle gite sociali non si accontenta di essere uno dei tanti partecipanti ma vuole essere protagonista; allora si impegna a fondo per ottenere l'ambita abilitazione di Accompagnatore di Escursionismo, così da poter proporre, organizzare e condurre le ascensioni con adeguata preparazione per garantire la sicurezza.
A completamento di questo suo impegno si occupa attivamente anche nell'organizzazione con le sezioni di Pordenone, Portogruaro e Sacile, di specifici corsi. Lorenzo è sempre stato disponibile a dare il suo contributo in tutte le altre attività del CAI e grazie alla stima ottenuta viene eletto nel Consiglio Direttivo della sua sezione dove si è sempre distinto per le capacità propositive.
Ed è con questo spirito e spinti da questi ideali che abbiamo intitolato a Lorenzo la Scuola Intersezionale di Escursionismo, confidando di riuscire a trasmettere ai futuri allievi quella sua grande passione per la montagna, e il rispetto per la natura che lo hanno serenamente accompagnato nel suo cammino terreno verso le vette più alte.